Vai a sottomenu e altri contenuti

Fornitura di generi alimentari, prodotti di prima necessità, farmaci e parafarmaci a favore di persone in difficoltà economica per l'emergenza da Coronavirus

Data pubblicazione on line: 02/04/2020

E' possibile presentare al Comune di Ghilarza la richiesta per ricevere dei buoni spesa per la fornitura di generi alimentari, prodotti di prima necessità, farmaci e parafarmaci.

I singoli buoni spesa avranno un valore di € 10,00 (dieci euro) ciascuno, sono cumulabili, personali (ovvero utilizzabili solo dal beneficiario o da un soggetto appositamente delegato), non possono essere ceduti a terzi, né convertiti in denaro contante.

Si precisa che:

I buoni spesa danno diritto, a titolo esemplificativo, all'acquisto delle seguenti tipologie di beni:

a. generi alimentari quali: latte, pasta, zucchero, carne, pane, uova, pesce, olio, frutta, verdura, scatolame, surgelati, alimenti per la prima infanzia, ecc;

b. prodotti di prima necessità per l'igiene personale quali: sapone, dentifricio, pannolini per bambini, assorbenti, carta igienica, ecc;

c. prodotti di prima necessità per la pulizia della casa quali: detersivi, ecc.

d. prodotti di prima necessità per l'energia necessaria al funzionamento della cucina e dell'acqua per l'igiene personale: bombole gas, ecc.

e. farmaci e parafarmaci.

I buoni devono essere spesi esclusivamente presso i commercianti convenzionati con il Comune il cui elenco è pubblicato sul sito internet del Comune di Ghilarza e del quale verrà data la massima diffusione possibile.

I buoni comportano l'obbligo per il beneficiario di pagare in contanti l'eventuale differenza tra il valore del buono ed il prezzo dei beni acquistati e non danno diritto a resto in contanti.


Il buono spesa non comprende i seguenti prodotti:

- bevande alcoliche (es. vino, birra e super alcolici vari);

- cartoleria, è consentito l'acquisto del materiale scolastico;

- alimenti e prodotti per gli animali;

- arredi e corredi per la casa (es. stoviglie);

- prodotti per il giardinaggio;

- abbigliamento, calzature e accessori per l'abbigliamento;

- tabacchi.

Le domande potranno essere presentate da qualsiasi persona, residente, domiciliata o che si trovi presso il territorio comunale in condizione di emergenza economica.

La richiesta dovrà essere presentata preferibilmente compilando il seguente modulo online:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScnJEAXvahiAUluncdiqAfAsU_3POKeJ41VVr3VqfgU3rWEdQ/viewform

I moduli compilati dovranno essere inseriti nella cassetta della posta posizionata all'ingresso del Comune.


Il presente avviso non ha una data di scadenza, pertanto, si possono presentare le domande fino a quando perdura la situazione di necessità, salvo l'esaurimento dei fondi disponibili.

A tal proposito l'Amministrazione si impegna a valutare comunque ogni richiesta di aiuto, eventualmente integrando con fondi propri.

Chi può accedere?

Accedono, prioritariamente, all'erogazione degli aiuti i nuclei familiari che non sono destinatari di altri sostegni pubblici attivi e non hanno alcuna entrata economica mensile in conseguenza delle restrizioni emanate dal governo per contrastare la diffusione del COVID-19 ovvero hanno un'entrata non adeguata a soddisfare le esigenze primarie del nucleo familiare.


Le somme disponibili a qualunque titolo, dovranno essere dichiarate attraverso un'autocertificazione in sede di presentazione della domanda da ciascun richiedente e dovranno riferirsi a tutti i componenti del nucleo familiare.


Il Comune potrà verificare le autocertificazioni rese e, in caso di dichiarazioni non corrette, provvederà a richiedere indietro il contributo concesso.

L'ammontare dei buoni e la consegna

La quantificazione del contributo dipende dalla valutazione del servizio sociale comunale sulla base delle dichiarazioni rese con la presentazione della domanda.

Si provvederà immediatamente alla consegna di un primo blocchetto di buoni spesa del valore complessivo di € 70,00 per i nuclei familiari di una o due persone e di € 150,00 per le famiglie con più di tre componenti, sulla base di una semplice istruttoria della domanda.


Una volta valutate le richieste complessivamente pervenute, verrà stabilita dai servizi sociali comunali una nuova quantificazione dei buoni da assegnare che prenderà in considerazione il numero dei componenti il nucleo familiare, la sua condizione socio-economica, la presenza di minori, di persone con disabilità, gravi patologie o anziani e tutte le altre variabili che possano consentire di attribuire i buoni nel modo più equo possibile.


Se dovesse ravvisarsene la necessità, i beneficiari dovranno rendersi disponibili, su richiesta degli uffici comunali, ad un colloquio telefonico con gli operatori dei servizi sociali.

Gli operatori del servizio sociale, insieme al nucleo familiare richiedente, concorderanno per ciascuno la modalità più consona per la consegna del buono spesa, anche attraverso il coinvolgimento delle associazioni del terzo settore oppure con la consegna diretta presso l'abitazione del beneficiario, attraverso personale individuato dal Comune che è, sempre, tenuto al rispetto della riservatezza.


Per tutte le altre informazioni si invita a consultare il Disciplinare per l'utilizzo dei buoni spesa e tutta la eventuale documentazione che è a disposizione nel sito del Comune e in tutti gli altri canali di comunicazione dell'Ente.


Inoltre, come sempre, si potranno contattare i Servizi Sociali del Comune al numero 0785 - 561050 o inviare loro una email all'indirizzo dedicato all'iniziativa: buonispesaghilarza@gmail.com.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Avviso pubblico richiedenti buoni spesa Formato pdf 283 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Servizi Sociali
Referente: Comune di Ghilarza
Indirizzo: Via Matteotti 64, 09074 Ghilarza (OR)
Telefono: 07855610/0785561050
Fax: -
Email: servizisociali@comune.ghilarza.or.it
Email certificataa:
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto